livinglove www.livinglove.com
spacerDeutschEspanolItalianoFrancais
Living Love Books




Capitolo 1

line

COME FARE L'AMORE AL MASSIMO
Le chiavi del sesso tantrico
Un'unica guida per gli amanti di oggi


by Diana Richardson

LE RADICI

1 - Una nuova visione del sesso

Il sesso interessa tutti.
E' un argomento che esercita un fascino irresistibile, quando non diventa una vera e propria ossessione, da millenni. Si capisce immediatamente quando il sesso è al centro di una conversazione: le teste si avvicinano, il tono della voce è intenso seppur discreto, l'atmosfera diventa palpabile. Ma quando una persona ha paura o si vergogna del sesso e della sua natura "animale", subito si percepisce un senso di separazione, si crea una sorta di schermo tangibile che la isola dagli altri. Resta il fatto che il sesso, discusso o ignorato, represso o espresso, goduto o sopportato, è certamente l'aspetto più significativo della nostra vita. Il sesso è sempre in mente, è il tema centrale dei nostri pensieri e dei nostri sogni a occhi aperti. Fa parte della nostra chimica, dato che ogni creatura senziente di questo pianeta è stata generata attraverso l'unione di cellule maschili e cellule femminili.
 
Cominciamo fin da piccoli, quando ci trastulliamo con i nostri genitali traendone un innocente piacere, e la sessualità ci accompagna per tutta la vita con diversi stadi di sviluppo ed espressione. E' fonte di immenso piacere o di immane sofferenza, nostra croce e delizia, e spesso determina il nostro grado di felicità o infelicità. Il semplice gesto di laccarsi le unghie o mettersi il rossetto, cospargersi di profumo o dopobarba, è un passo verso la seduzione. Fatto ancor più evidente al mondo d'oggi, dove siamo costantemente bombardati da immagini e parole di natura sessuale.
 
I media usano il sesso per reclamizzare prodotti, calunniare, scandalizzare, e la gente lo usa per controllare, sedurre, abusare, abbandonare. E' la reale causa della nostra ossessione per la moda e il look. Essere giudicati attraenti da qualcuno ci fa sentire vitali e sicuri di noi, anche se magari non riteniamo quel qualcuno altrettanto bello. Quando poi l'attrazione è reciproca e intravediamo la possibilità di un rapporto amoroso, siamo felici. In fondo, amare ed essere amati è il nostro più grande desiderio e non c'è altro che possa sostituirlo. Quando amiamo qualcuno, il sesso diventa allora un mezzo fondamentale di comunicazione. Tuttavia ci sono casi in cui può diventare causa di malintesi, liti, violenza, confusione, frustrazione e insoddisfazione. Ho sentito dire che gli uomini pensano al sesso ogni tre minuti, mentre le donne ci pensano ogni sei, sette minuti.
 
Statistiche a parte, resta il fatto che come esseri umani noi siamo in costante rapporto con il sesso, che ci piaccia o no. Energia sessuale e forza vitale Non c'è assolutamente modo di contenere l'energia sessuale, perché rappresenta la nostra stessa forza vitale. Anche se mentalmente cerchiamo spesso di separare l'energia sessuale dall'"altra", la verità è che si tratta sempre della stessa, unica realtà. L'energia è energia, punto e basta, con la sua intrinseca capacità di muoversi ed espandersi, e questa forza vitale può esprimersi tanto nel sesso quanto nella sopravvivenza, nell'arte, nello sport o nella musica.
 
Per quanto possiamo sforzarci, non riusciremo mai a reprimere o ignorare tale energia, ma soltanto imparare a incanalarla nei modi più intelligenti e costruttivi. Pur essendo il sesso un aspetto dominante della vita, è ben difficile trovare una persona che riesca a trarne una piena soddisfazione, sia fisica che sentimentale. Una recente ricerca sul fenomeno dell'orgasmo ha rivelato che una persona "mediamente" attiva sperimenta l'estasi orgasmica per venti secondi a settimana, novanta secondi al mese, ossia diciotto minuti l'anno.1 E i risultati si basano su un orgasmo che duri almeno dieci secondi, che sembrano già una bella conquista! Perciò in cinquant'anni di attività sessuale abbiamo il privilegio di provare l'estasi orgasmica per circa quindici ore in totale.
 
Tutto ciò è sbalorditivo (e sconfortante) se consideriamo quante volte facciamo l'amore nella nostra vita e quanto tempo passiamo a pensarci e a tormentarci! E' evidente che l'amore e il sesso non ci appagano completamente. Il sesso non è quella forza orgasmica, innocente e spirituale che dovrebbe essere, trasportandoci in un mondo di amore e vera passione. Non ci realizza pienamente, donandoci la forza per affrontare ogni giorno con entusiasmo, né ha il potere di farci superare le tensioni e i limiti della nostra vita quotidiana. I problemi sessuali tra uomo e donna sono molto comuni, come la violenza sessuale, la frigidità, la bisessualità, l'eiaculazione precoce, l'impotenza e il disinteresse sessuale.
 
Sesso e intelligenza Per riuscire a ribaltare questa situazione e raggiungere il vero appagamento sessuale che tutti cerchiamo, dobbiamo innanzi tutto usare una certa intelligenza nella nostra visione del sesso. Cominciamo a considerarlo in una cornice differente, partendo da una diversa prospettiva. Occorre superare i confini della mera riproduzione o dell'immediata gratificazione fisica. Questa nuova visione ci consentirà di comprendere meglio l'energia sessuale, la maniera in cui risponde, arrivando a utilizzare il sesso come una progressiva creazione d'amore tra l'uomo e la donna.
 
Inoltre sappiate che il sesso è una forza estremamente salutare e rinvigorente di cui possiamo godere e fare uso per il nostro benessere. Il sesso, nella sua forma più sublime, contiene un elemento divino, riesce a farci sentire "presenti", vicini alla grandiosità del momento immediato in cui ci sentiamo perfettamente a nostro agio. Ogni cosa si trova esattamente al suo posto. E' un'estasi orgasmica biologica che scaturisce dall'interazione dinamica tra forze opposte, vero e proprio nutrimento per lo spirito.
 
Purtroppo molti esponenti del mondo religioso sostengono che il sesso è una distrazione nella via che conduce a Dio e predicano di evitarlo a ogni costo, anche se poi magari passiamo giorno e notte a pensarci ossessivamente. Si tratta di un errore madornale e di una gravissima perdita di umanità. Se limitiamo il sesso alla riproduzione o alla gratificazione immediata, ignorandone la sottile funzione spirituale, la nostra energia vitale si disperde, influenzando negativamente sia il corpo che la mente e lo spirito.
 
Con il Tantra, ossia l'equilibrio cosmico di energia maschile e femminile, yin e yang, positivo e negativo, dinamico e ricettivo, possiamo arricchire la nostra vita di amore e spiritualità, dentro e fuori di noi, imparando a vivere al di là dei limiti della semplice biologia. Ci viene così offerta l'opportunità di tornare alla nostra vera natura di uomini e donne, e di scoprire il linguaggio spirituale dell'amore attraverso l'atto fisico dell'amore. Il Tantra ci rivela perciò una visione e una percezione del sesso e delle sue funzioni ben diverse da quelle che abbiamo appreso.
 
Le fasi dell'energia sessuale Negli esseri umani l'energia sessuale scorre in senso circolare attraverso i canali interni del corpo, in due fasi distinte.2 La prima fase, lo slancio iniziale dell'energia sessuale, comincia nel cervello prima di fluire verso il basso in direzione dei genitali . Più precisamente, la regione dell'ipotalamo e la ghiandola pineale che si trovano nel cervello secernono ormoni che controllano il sistema endocrino, che comprende anche le ghiandole sessuali. Questi ormoni sono responsabili del benessere sessuale e della nostra eventuale predisposizione a un rapporto sessuale.

Questa è la prima metà del percorso circolare, quella discendente, - dal cervello ai genitali. E' nota come fase biologica o riproduttiva dell'energia sessuale, ed è qui che invariabilmente liberiamo l'energia generata attraverso il sesso, con l'orgasmo o l'eiaculazione. Il segreto del Tantra, e suo obiettivo fondamentale, è quello di cercare di trattenere l'energia sessuale all'interno del corpo, senza liberarla attraverso l'orgasmo o l'eiaculazione. Facendola invece circolare nuovamente all'interno del corpo, sfruttiamo pienamente il nostro potenziale orgasmico.
 
Questa è la seconda metà del circolo e fase ascendente, in cui l'energia sessuale torna al suo punto di origine, ossia il cervello, per nutrire e rivitalizzare le ghiandole "primarie" del corpo (la pineale e la pituitaria). Queste ghiandole esercitano una grande influenza sulla nostra salute. In effetti, sappiamo che l'attività sessuale libera molti fattori ormonali che agiscono positivamente sull'organismo e sul comportamento, e fin dai tempi più remoti il sesso è stato sempre associato alla longevità e all'illuminazione spirituale. Quando riusciamo a riassorbire e a riciclare l'energia sessuale, il sesso diventa una forza estremamente energizzante e rivitalizzante.
 
Questa è la fase spirituale o generativa (vedere fig.2), dove i genitali vengono considerati con sommo rispetto in quanto organi generativi. Il passaggio a questa seconda fase, in cui permettiamo alla nostra energia sessuale creativa di risalire verso l'alto e verso l'interno, è la vera rivelazione del Tantra: il sesso può essere utilizzato per creare più vita, e non semplicemente un'altra vita.
 
Questa fase spirituale dell'energia sessuale si manifesta quando l'uomo e la donna imparano a rilassarsi durante l'amplesso. Una visione assolutamente opposta a quella comunemente diffusa del sesso come sforzo fisico, come attività che comporta tensioni e pressioni gravose. Abbiamo tutti la convinzione che quanto più facciamo durante il rapporto, tanto più questo sarà intenso e gratificante.
 
Difficilmente pensiamo a prendercela comoda! Non ci rendiamo conto che una genuina estasi sessuale procede di pari passo con il rilassamento fisico. Più ci rilassiamo, più riusciamo a sentire. In effetti, l'estasi e la tensione sono due cose diametralmente opposte: la tensione produce calore e irrequietezza mentre l'estasi scaturisce da una sensazione di freschezza e di pace interiore.
La tensione è chiusura e contrazione, mentre il rilassamento è apertura ed espansione. La tensione ci costringe a raggiungere una vetta, mentre il rilassamento ci accompagna nella serenità di una vallata. La prima produce una fuoriuscita, mentre il secondo favorisce il riassorbimento. Il rilassamento è l'atmosfera di cui il Tantra è permeato. Se ci rilassiamo dentro la nostra energia sessuale, invece di accumularla per poi liberarla, riusciremo a garantirci una maggiore energia vitale e un amore più intenso.
 
Con il rilassamento, possiamo ricondurre l'energia sessuale verso l'alto e verso l'interno, dove viene automaticamente riassorbita dal corpo e messa nuovamente in circolo. Il Tantra considera questo passo come il primo gradino della scala interiore della crescita. Con il tempo, questo ignorato percorso dell'energia riuscirà ad aprire una breccia nel profondo del nostro corpo e noi potremo percepire tale fenomeno come una fluida corrente elettromagnetica che scorre dai genitali per sfociare in un magnifico senso di illuminazione. Quando impareremo a realizzare la fase spirituale del sesso, invece di ostacolarla con la nostra ignoranza, il rapporto sessuale diventerà un'esperienza sublime e meravigliosa.
 

Punti chiave:
- L'energia sessuale è la forza vitale stessa che scorre in tutti noi.
- Riequilibrando le nostre energie maschili e femminili, potremo godere di un salutare e vivificante rapporto sessuale.
- Possiamo indirizzare l'energia sessuale nella maniera abituale, ossia con l'orgasmo, oppure imparare a guidarla in modo differente perché possa donarci più amore e più energia.
- Il sesso viene creativamente trasformato in un'esperienza di reale arricchimento.
 
Note The Art of Sexual Ecstasy, Margo Anand, p.347 (citazione da ESO di Alan P. Brauer & Donna J. Brauer).
Sexual Energy Ecstasy di David & Ellen Ramsdale, pp. 118-121.


<<

|

>>



line

Print this page   
   
           
   
   

line

Living Love Books





www.livinglove.com ©®